Roussillon e le terre dell'ocra
Francia,  Viaggi in camper

Francia in camper

La nostra vacanza in Francia in camper con due bambini

Come da nostra abitudine anche quest’anno le vacanze di agosto sono dedicate ad un viaggio itinerante in cui poter vedere una moltitudine di posti bellissimi. La Francia è stata scelta all’unanimità 🙂

In questo articolo ho elencato le varie tappe fatte, dei consigli su dove potersi fermare per sosta notturna, cosa visitare e alcuni prezzi.

Partenza venerdì 09/08 alle ore 16 dalla provincia di Brescia
Tunnel del Fréjus €61
Dormito in un autogrill in Francia

Prima tappa Tours

GIORNO 1

Arrivo a Luynes nella Valle della Loira nel pomeriggio.
Camping Les Granges
€ 34 a notte per una piazzola camper e 4 persone
Camping molto carino con piscina e super parco giochi per i bambini con gonfiabile e tappeti elastici, primo giorno passato in relax in piscina e passeggiata serale dopo cena nel paesino, carino ma stranamente deserto è anche sabato sera ma tutti negozi sono chiusi e ci sono pochissimi bar o ristoranti.

Luynes castello
Luynes castello

In questo paesino c’è un castello purtroppo non visitabile.
Carino il vecchio mercato coperto, ma poco altro da vedere…
Abbiamo scelto questo camping per la vicinanza con Tours, paese che dista solo 12 km è che andremo a visitare il giorno dopo in bicicletta.

GIORNO 2

Partenza in mattinata, purtroppo fredda e nuvolosa, ma non ci facciamo spaventare 🙂
Destinazione città di Tours.
Sinceramente la pedalata è stata un po’ faticosa a causa di piste ciclabili sterrate a volte chiuse per lavori in corso poi con una bimba di 10 anni e un carretto porta bimbo attaccato dietro avremmo sperato in un percorso più facile, abbiamo anche fatto un pezzo di statale … che paura 😩 però poi siamo arrivati sani e salvi.

La parte vecchia della città è molto bella e affascinante con i sui vecchissimi caseggiati a graticcio e la sua cattedrale di San Martino dove sono custodite anche le reliquie del Santo che le ha dato il nome.
Bellissima anche la cattedrale di San Gautienne esternamente molto simile come lavorazione a Notre Dame de Paris.
Riprendiamo le biciclette dopo la camminata fatta per uscire dal centro e avvicinarci al fiume Loira dove si trova il castello di Tours, purtroppo chiuso.
Ripartiamo perché ci aspetta ancora una bella pedalata per tornare a Luynes, dove ci aspetta un bagnetto in piscina visto che è tornato il sole ☀️

Musee de Beaux Arts Elefante
Musee de Beaux Arts

Seconda tappa Villandry

GIORNO 3

Sveglia presto destinazione Bretagna con una piccola sosta a Villandry per visitare il castello omonimo con i suoi fantastici giardini, alla fine a causa del passeggino di Luca che non possiamo utilizzare nel castello optiamo per visitare solo i giardini, Luca non camminerebbe un’ora e dovremmo scarrozzarlo in braccio… i giardini sono spettacolari e la visita in tutto ci porta via un’oretta.
Costo ingresso solo giardini 7€ adulti e 5€ i bambini sopra gli 8 anni.
Verso le 12.30 usciamo e ci dirigiamo all’Area sosta all’inizio del paese, molto comoda e con corrente elettrica compresa paghiamo 5€ per 5 ore.

Castello Villandry giardini
Castello Villandry giardini

Dopo pranzo di parte alla volta di Saint Malo.

Rifornimento carburante 123,18€

Terza tappa Saint Maló

Arrivati alle 18.00 a Saint Malo e trovato in un’area sosta a circa 6 km fuori dal centro…
Area sosta camping-card des Ilot un ex campeggio riutilizzato come area sosta ma senza docce o wc, c’è anche la possibilità di arrivare in centro con dei pullman che fermano propria vicino a noi ma visto che il primo del mattino parte alle 10.45 preferiamo domani mattina partire in camper e trovare parcheggio in centro visto che le previsioni danno temporali non possiamo nemmeno prendere la bicicletta…

Mura Saint Malo
Mura Saint Malo

GIORNO 4

Visita al centro di Saint Malo
Lasciato io camper nel parcheggio di Paul Féval dove con il costo del parcheggio si ottiene il biglietto per il bus per 5 persone che porta direttamente alle mura della città.
Appena arrivati ci facciamo scarrozzare dal trenino turistico che fa il giro del paese. Il centro è molto turistico pieno di negozi di souvenir e vestiti alla moda anche abbastanza costosi.

Dopo il giretto in trenino facciamo il giro delle mura e raggiungiamo la spiaggia che porta alla Grand Bé dove viene custodita la tomba di Chateaubriand. La spiaggia è grandissima è il mattino con la bassa marea è possibile raggiungere l’isoletta a piedi, la giornata è fredda e piovosa ma c’è comunque qualche temerario che fa il bagno…
continua la passeggiata e raggiungiamo un piccolo faro, qualche foto un pranzo veloce a base di baguette e quiches, acquistiamo qualche souvenir e torniamo a riprendere il bus per ripartire nel nostro viaggio.

Quarta tappa Ploumanach

Costa di Smeraldo

Arriviamo in serata a Ploumanach ma campeggi ed aree sosta sono completi quindi optiamo per passare la notte nel grande parcheggio di un supermercato che ci hanno consigliato, infatti troviamo già una decina di camper parcheggiati.

Costa di smeraldo
Costa di smeraldo

GIORNO 5

La notte è stata tranquilla ed entro le 9 del mattino dobbiamo lasciare il parcheggio, prima che apra il supermercato.

Iniziamo la giornata facendo il camper service e il pieno di Gasolio 89€.
Anche oggi purtroppo piove ma noi non ci facciamo spaventare perchè vogliamo fare il sentiero dei bucanieri che porta alla costa di smeraldo dove si trovano delle grandi rocce di granito rosa ed un faro. Appena arrivati nel pressi del sentiero troviamo il parcheggio, quasi completamente vuoto, ci copriamo bene e gambe in spalla.

Il paesaggio è bellissimo tantissime rocce enormi di granito rosa da scalare e arrampicarsi, un’oretta di camminata su sentieri che seguono la costa e portano fino al faro. Escursione molto bella anche per i bambini.

Verso le 12.30 torniamo al camper per il pranzo e progettiamo la prossima tappa.

Quinta tappa Penisola di Crozon

Arriviamo in serata sulla penisola di Crozon, proprio vicino al faro della Marina c’è un parcheggio grandissimo con altri camper, passiamo la notte qui.

GIORNO 6

La mattina seguente siamo già pronti per tutti i sentieri panoramici a strapiombo sul mare che aspettano di essere esplorati. Panorami veramente mozzafiato sui crostoni di roccia tra una belle vegetazione di fiorellini e cespugli bassi.

Crozon
Crozon

Quinta tappa Nantes

Ripartiamo alla volta della città di Nantes che da quanto abbiamo letto è una città friendly bike, cosi potremo ripartire con le biciclette che da qualche giorno non stiamo utilizzando.

Il campeggio trovato si trova a 8 km dal centro, camping Belle Riviere, piccolino ma molto curato e carino, fa parte del circuito Loire a Velo quindi uscendo troviamo subito la pista ciclabile che segue la Loira e ci porta in centro. Dopo colazione partiamo con la nostra solita nuvoletta 💭 che ci segue ma per fortuna senza pioggia.

GIORNO 7

Les Machines de l'île

Passiamo la mattina a Les Machines de L’ile un posto dedicato a Jule Verne con un sacco di macchinari a forma di animali, i bambini si sono divertiti un sacco.

Dopo un pranzetto a base di Hot dog 🌭 non proprio tipico francese riprendiamo le nostre bike per dirigerci verso il centro e vedere la cattedrale.

In serata ci facciamo una bella grigliata di salamine e pollo e proviamo come aperitivo la pizza del food track che viene in campeggio il venerdì e sabato… non male per essere francese 😊

GIORNO 8 – giorno di viaggio

Con una pioggia scrosciante facciamo camper service spesa e gasolio € 80.15, alle 11 siamo pronti per la prossima tappa Roussilion che però dista 940 km è probabilmente ci dovremo fermare per la notte…
Non vediamo l’ora di Arrivare dove c’è il sole, questa regione è sempre piovosa…
Viaggiamo tutto il giorno ma tra una pausa e l’altra e avendo scelto la strada panoramica, alla super costosa autostrada, dobbiamo fare una sosta notturna e troviamo un’area sosta molto carina a Orcines a 6€ a notte, siamo nel parco Naturale del Vulcano Puy de Dome. Domani si riparte per destinazione Roussillon.

Sesta tappa Roussilion

GIORNO 9

Rifornimento gasolio € 105,03
Anche oggi tanta strada in camper.

Arriviamo al Camping L’Arc-en-Ciel di Roussillon che dista 3 km dal cammino les Ocres a Velo che è lungo 51 km, noi domani ne percorreremo solo un pezzetto per arrivare al centro e visitare il camion rosso.


Il campeggio è piccolo e carino, la signora alla reception è cortese e decidiamo di fermarci 3 notti, ordiniamo la baguette e il pan au chocolate per il mattino seguente e ci posizioniamo in piazzola.

I bagni sono un po’ retro ma puliti, tutto ok insomma se non fosse che quando arriviamo in piscina per rilassarci un po’ arriva il tasto dolente… mille regole: i bimbi non può tuffarsi, non si può correre non si può mangiare e il costume di mio marito non è adeguato… gli uomini devono indossare o slip o boxer lunghi non costumi tipo short… assurdo, così lui si ritrova a fare il bagno con un paio di mutande nere… quasi quanto il suo umore😂😂
Con due bimbi tutte queste regole in piscina sono un po’ esagerate… non so se faremo 3 notti alla fine…

GIORNO 10

Sveglia presto e dopo aver fatto colazione con pan su Chocolat partiamo in bicicletta per il centro di Roussillon e il sentiero delle ocre, i 3 km da percorrere purtroppo sono tutti in salita, appena arrivati eravamo distrutti 😫 ma ne è valsa la pena per il panorama bellissimo di questi canyon di terra rossa e arancio, che da quanto leggiamo puoi trovare solo in pochi posti nel mondo tra cui USA, Africa o all’Ayers Rock in Australia.
L’ingresso al percorso costa 3€ a persona ma fino a 10 anni è gratuito.

C’è la possibilità di scegliere tra due percorsi uno più lungo circa 50 minuti e uno un po’ più breve, noi abbiamo fatto il più lungo perché il tempo è volato scalando i sentieri e le rocce… sconsigliamo di portare il passeggino a causa dei gradini e del terreno.

Roussillon e le terre dell'ocra
Canyon rosso


Poi visitiamo il paesino pieno di negozi di souvenir e saliamo fino sul punto più alto per ammirare il panorama dei vigneti in lontananza è della terra rossa.
Dopo aver fatto il nostro pranzo in un posticino all’ombra ritorniamo al campeggio per rilassarsi in piscina.

GIORNO 11

Giornata di meritato relax, c’è ne stiamo a giocare a carte e sonnecchiare… dopo tanti giorni di viaggio questo è il primo che ci rilassiamo un po’.

Settima tappa Costa Azzurra

penisola dì Hyeres

GIORNO 12

Partenza per la Costa Azzurra, prima ci fermiamo a fare la spesa al super U che uno dei supermercati francesi più riforniti.
Nel pomeriggio arriviamo al camping ile d’ore sulla penisola dì Hyeres, campeggio non bellissimo, bagni un po’ vecchiotti, piazzola carina ma l’ultima in fondo al campeggio vicino al campo di Beach volley perché ovviamente abbiamo prenotato 3 giorni fa… insomma bene ma non benissimo 🙂
Passiamo al discorso spiaggia… forse avevo troppe aspettative, la spiaggia qui è tutta libera e se siete un po’ sofistici come noi potete capire la nostra felicità… mare non il massimo, a riva molte alghe, certo l’ultimo mare visto è stato il Salento non posso pretendere però mi aspettavo di meglio.
Su questa Costa comunque se si è sportivi c’è l’imbarazzo della scelta: canoa kajak, pedalò, moto d’acqua, trekking, bike ecc…
Comunque facciamo il nostro bagnetto e i bambini sono contenti qui ci possiamo rilassare.

Plage de l’Almanarre
Plage de l’Almanarre

GIORNO 13

Mattina in spiaggia e pomeriggio un po’ di compiti delle vacanze per la bambina che deve rimettersi in pari visto che abbiamo quasi sempre viaggiato.

GIORNO 14

Oggi abbiamo voglia di esplorare così partiamo con le biciclette e ci dirigiamo sull’altro lato della penisola dove si trovano le saline. Con nostra grande felicità scopriamo che a soli 4 km da noi c’è anche una spiaggia molto lunga chiamata Plage de l’Almanarre, il mare è bellissimo e la spiaggia di sabbia chiara è molto lunga, c’è già un po’ di gente però c’è posto per tutti 🙂 … siamo molto felici, ci fermiamo qui anche per pranzo ma non avendo un ombrellone il sole troppo caldo ci fa scappare.
Nel pomeriggio andiamo nella spiaggia vicino al campeggio che stranamente oggi ha l’acqua molto più limpida, oggi è stata un giornata fortunata… nel tragitto per la spiaggia acquistiamo un ombrellone così domani possiamo fermarci un po’ di più nella spiaggia dell’Almanarre, perché ci siamo trovati troppo bene.

GIORNO 15 e 16

Giornate in spiaggia.
Sabato sera siamo andati a vedere il tramonto in spiaggia. Molto suggestivo anche se da poveri illusi pensavamo di essere solo noi e pochi altri… la spiaggia era piena tanto quanto di giorno 😂😂, gente con il barbeque e tanti surfisti, comunque è stato molto molto bello.

Plage de l’Almanarre tramonto
Tramonto

Ottava tappa Toirano

Borgo e Grotte

GIORNO 17

Partiamo per tornare a casa ma prima vogliamo fare ancora una tappa, e abbiamo deciso di fermarci in Liguria a vedere il Borgo Medievale di Toirano e le sue grotte.
Carburante € 101,74 e spesa come al solito e via…

Le grotte sono state una cosa spettacolare!!! Siamo rimasti veramente affascinati… 70 minuti di camminata a 15 gradi di freschino che con i 30 gradi esterni è stata una goduria.
Le grotte sono due la prima chiamata la grotta della Basura (strega), la percorriamo tutta e alla fine per fare in modo che i visitatori non debbano ripercorrerla anche al contrario è stato fatto uno scavo che la collega alla grotta Santa Lucia inferiore.
Usciamo così dalla parte opposta della montagna e risaliamo ancora un pezzettino per visitare la grotta di Santa Lucia superiore nella quale è stata realizzato un santuario in onore della Santa che ha perso la vista. C’è anche la fonte dove si dice che la Santa sia venuta a bagnarsi gli occhi e di conseguenza questa acqua sia benedetta.

Scendiamo poi per visitare il piccolo Borgo medievale molto carino e visitabile in un’oretta di passeggiata nei vicoli molto cratteristici e lungo le mura di cinta della città.

Abbiamo poi trovato un posto per passare la notte nella vicina località di mare Borghetto Santo Spirito.
Il posto si spaccia per Agricampeggio, si chiama Valvaratella, ma sembra più un campo profughi che un campeggio… però vabbè è per una notte e non allestiamo nemmeno l’esterno del campar ma optimao per mangiamo su.
La corrente salta spesso, la doccia costa 0,50 € e non è il massimo.
Il mattino dopo facciamo un giretto nel paesello e vediamo la spiaggia.
Non troppo entusiasti del posto e tristi per la fine della vacanza, prima di pranzo c’è ne andiamo, questa volta destinazione casa 🏠

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *